Benessere mentale, cos’è e come si raggiunge

È una parola molto spesso abusata, che viene messo molte volte in discussione. Soprattutto in tempi difficili, come lo sono stati quelli del lockdown a causa del CoronaVirus.

Stiamo parlando del benessere mentale, un termine su cui si sono fatti fiumi di parole. Proviamo a mettere brevemente ordine.

Il benessere mentale non è da confondersi con la ricerca della felicità, perché quest’ultima è una sensazione momentanea, che ha un inizio e una fine. Il benessere mentale è quel senso di tranquillità che si ha durante la vita quotidiana, in cui si mette da parte il rancore, la rabbia, il nervoso ma si cerca di vedere le cose sotto un altro punto di vista.

Infatti, il benessere mentale vuol dire stare bene con se stesso, facendo le cose che ci piacciono, che ci rendono sereni. Ecco, sereni è l’aggettivo giusto: la serenità, a differenza proprio della felicità, è un sentimento duraturo nel tempo e consiste proprio nel fatto che si affrontano le cose in una modalità zen, per certi versi.

Facciamo un esempio: se magari fai un incidente con l’auto e devi andare in ospedale, non pensi a ciò che sta succedendo ma sul fatto di riprenderti il prima possibile. E se l’auto è stata distrutta, il primo pensiero che ti viene è proprio quello di pensare “meglio la macchina che io”.

Un approccio che è praticamente un inno alla vita: sì, perché chi ha raggiunto il benessere mentale ama la vita follemente e non ne farebbe a meno. Vuole prendersi tutto ciò che la vita offre, nel senso più alto del termine.

Proprio da questo punto di vista, è necessario cogliere un altro aspetto: come si raggiunge il benessere mentale? Mettendo da parte, prima di tutto, gli oggetti. La vita è fatta di esperienze, di momenti da ricordare, di attimi che, per certi versi, restano eterni. Ecco, questo aumenta e migliore notevolmente il proprio benessere mentale. Lo dicono anche diversi studi: è più appagante ricevere come regalo un’esperienza che un oggetto. Ricordatelo quando dovrai fare un pensiero a qualcuno!

Un altro aspetto per avere il benessere mentale è quello di godersi ogni attimo. Già, ma come fare? Provando a prendere appieno tutto ciò che la natura mette a disposizione, anche le cose che pensiamo siano banali. Un tramonto estivo, il mare d’inverno, trekking per salire la cima di una montagna. Sono tutte cose sicuramente fanno del bene al proprio spirito e, per certi versi, aumentano anche la propria stima.

È inutile passare molto tempo a rimuginare ciò che sarebbe stato e che, magari, non è stato. È importante ‘vivere’ le cose, non farsele raccontare. Scegliere l’ambiente sociale più adatto ai propri stimoli e ai propri interessi, in modo da avere gli stessi interessi e, magari, condividere una passione che cementa il rapporto umano. 

Non è semplice, ovviamente. Ci vuole tempo. Mesi, forse anni. Ma una volta raggiunto il benessere sociale, capirai l’importanza del traguardo che hai raggiunto. E spesso rimpiangerai di non aver fatto prima questo percorso.

Autore dell'articolo: micheleesperto